Finalmente!

Dopo l’ultimo evento previsto per la fine di febbraio 2020 e saltato a causa della pandemia, finalmente due appuntamenti per tornare a incontrarci! Lo faremo a luglio, il 1° e l’8 (sono due venerdì), nel meraviglioso giardino della chiesa cristiana evangelica di Via della Vigna Vecchia 15 a partire dalle 19.30.

In entrambe le date sarà possibile gustare una sfiziosa apericena (per la quale è richiesto un piccolo contributo economico), visitare la mostra fotografica CaraDonna e, dalle 21, godersi buona musica e non solo.

Venerdì 1° luglio proveremo a rispondere con musica e letture a una domanda che ha accompagnato il gruppo delle donne della chiesa e le loro amiche: “Maria, chi sei?”. Sarà possibile acquistare libri sul tema grazie ad un angolo appositamente predisposto.

Venerdì 8 luglio ci lasceremo incantare da “Nehemiah Brown and the River Voices”. Nella stessa sera sarà possibile partecipare a un photo shoot e contribuire così all’ampliamento del progetto fotografico CaraDonna. Porta con te un messaggio che vorresti fosse diffuso per sostenere le voci delle donne e dichiararne il loro valore.

Contiamo di avervi sufficientemente incuriosito… quindi non ci resta che vederci in Un giardino, due serate & mille note !!!

Scarica Volantino 1-8 luglio 2022 VVV (PDF)

Domenica 29 maggio alle ore 10.15 abbiamo il piacere di invitare ai battesimi nella nostra comunità.

Una giornata di comunione da passare insieme con i nostri battezzandi di quest’anno. Inizieremo alle 10.15 con canti e predicazione, seguiranno i battesimi e poi il culto di lode. Seguirà un rinfresco comunitario per continuare a stare tutti insieme!

Essendo stati con lui sepolti nel battesimo, nel quale siete anche stati risuscitati con lui mediante la fede nella potenza di Dio che lo ha risuscitato dai morti.
Colossesi 2:12

Il battesimo è un momento di ubbidienza a Dio ma anche di testimonianza pubblica del nostro amore per Dio e la scelta di seguire Gesù Cristo Siamo felici che Isabella e Xhejdi abbiano deciso di fare questo passo e vogliamo invitare tutti gli amici, e anche le comunità limitrofe, a questa nostra giornata!

Si chiede di confermare la presenza al rinfresco con una mail a consiglio@vignavecchia.org.

COVID: Per quanto riguarda il COVID valgono le regole che saranno in atto il 29 maggio. Probabilmente solo utilizzo di una mascherina in sala e nei casi in cui il distanziamento non sarà possibile. Grazie!

Altre informazioni

d

Vivere il vangelo da “vero uomo”!?

Al 5° convegno uomini parleremo proprio di questo approfondendo la lettera ai Galati.
Avremo anche momenti di lode, comunione, incoraggiamento reciproco e svago.

Non vediamo l’ora!

Clicca subito su questo link per iscriverti.
https://forms.gle/yMSKinq3wHV8rh3o9

Cari fratelli,
Sono felice di invitarvi assieme a tutte le sorelle e i fratelli delle vostre assemblee, alla giornata di comunione fraterna che si terrà a Poggio Ubertini Sabato 30 Aprile 2022.
Sarà una giornata con varie occasioni di incontro e svago e avremo anche modo di pranzare assieme.

Vi invito anche per quanti lo desiderassero a preparare un video di pochi minuti con foto e testimonianze riguardante progetti o attività organizzate dalla vostra chiesa, volti a dimostrare agli altri l’amore che abbiamo ricevuto dal Padre (es. opere nel sociale, testimonianza del Vangelo, etc..)

Questo permetterà di far conoscere a altri ciò che state svolgendo o progettando per poter pregare assieme e scambiarci idee e informazioni utili anche a altre assemblee che volessero ripercorrere obbiettivi simili.

Vi invito inoltre a dare la conferma della vostra presenza con la consegna di un’ eventuale video entro il 15 Aprile.

Per comunicare la vostra presenza scrivete a consiglio@vignavecchia.org oppure segnatevi sulla lista in bacheca.

Chiedo a lui che la fede che ci è comune diventi efficace nel farti riconoscere tutto il bene che noi possiamo compiere, alla gloria di Cristo (Fl 6)

A che punto è l’intervento delle Assemblee sul fronte umanitario per il tramite di Salvati X Servire e di altri servitori?

Romania

Il giorno 28 febbraio è iniziato l’intervento di Salvati X Servire (Corrado, Pasquale e Ciprian, fratello rumeno che traduce) ai confini tra Ucraina e Romania, di concerto con i fratelli delle
assemblee rumene per gestire l’emergenza umanitaria; anche la famiglia Pasquini (Enrico, Betty ed Eleonora) sta operando nella zona.
A partire dal 2 marzo sono iniziati i primi carichi (TIR) alla volta di Dorohoi e Suceava, in Romania, dove c’è un magazzino di raccolta; nei prossimi giorni è in programma la partenza di ben
10 TIR. Lì in Romania, ogni giorno sette furgoni con le insegne delle chiese evangeliche rumene e di Salvati per Servire partono con destinazione Černivci in Ucraina, a 70 km di distanza, dove avviene la distribuzione degli aiuti per il tramite della chiesa locale di Černivci, ormai gemellata con il gruppo di chiese rumene e con Salvati x Servire. Questa chiesa si trova in una zona rurale e li arrivano continuamente molte persone che usano le chiese come luogo di sosta temporanea, per poi ripartire verso ovest in paesi europei. Le necessità quotidiane sono prioritariamente cibo e vestiario.
Si hanno notizia di almeno dieci comunità locali che sono ormai adibite a magazzino di rifornimento per la popolazione.
I fratelli rumeni sono encomiabili in quanto 6 giorni su 7, nella settimana dal 28 febbraio al 5 marzo, hanno fatto il trasporto per il centro ucraino, mettendo a disposizione uomini e mezzi propri, interrompendo le loro attività lavorative, senza risparmio di energie. La scelta delle chiese dei fratelli rumeni, di Dorohoi, Suceava e altre, è stata quella di consegnare gli aiuti direttamente alle chiese ucraine dell’Oblast’ di Černivci, avendo come referenti gli anziani responsabili.
Un altro impegno dei fratelli rumeni, insieme al gruppo di italiani, è stato quello di dare aiuti anche alle tante famiglie di credenti che a proprie spese stanno ospitando, nelle loro case, i profughi ucraini, soprattutto donne e bambini. Per loro sono stati preparati pacchi alimentari e forniti materassi. In una casa di una famiglia a Suceava sono state ospitate sino a 40 persone. Si contano a oggi un migliaio di credenti ucraini ospitati dai fratelli in Romania.
È stato acquistato un pullman che nei prossimi giorni stazionerà nei pressi del valico di frontiera accogliere i profughi, una sorta di chek point, e che trasporterà i profughi alla fine della giornata nei vari centri di accoglienza dell’area (sempre in Romania).

Moldavia

Sul versante moldavo Emanuel Besleaga gestisce il grande magazzino nella zona di Varfu Campului a circa 40 km dal valico di Siret, vero e proprio punto di riferimento per molte iniziative
di aiuto dalle chiese, non solo italiane e non solo Assemblee. Il governatore della regione di Cernauti in Ucraina conosciuto da Emanuel si è messo a disposizione per la distribuzione degli
aiuti. In questi giorni 11 Tir provenienti da tutta Europa hanno già scaricato nel magazzino molto capiente gestito da Emanuel. C’è stato anche il contributo per diversi giorni di alcuni studenti di IBEI. Emanuel è in questi giorni affiancato dal fratello Elia Di Nunzio che si è recato sul posto per verificare i bisogni. Come Assemblee abbiamo finanziato i trasporti dei TIR dal deposito in Romania fin nelle varie località ucraine. Purtroppo un furgone che trasportava gli aiuti in Ucraina è stato vittima di un missile, ma grazie a Dio senza vittime.
Sul versante polacco, per opera soprattutto del fratello Czesław Bassara, l’assemblea di Piasek ospita nei locali dell’assemblea diversi profughi.
Raccomandazione per l’accoglienza, eventuale, dei profughi in Italia

Come GDS percepiamo il sentimento diffuso di solidarietà volto all’eventuale accoglienza di profughi ucraini. Vogliamo incoraggiare e raccomandare che siano le chiese locali e non le singole
famiglie a prendere iniziative del genere, anche in considerazione della particolare tipologia di profughi che stanno arrivando nel nostro paese. Ricordiamo poi che queste iniziative vanno assunte alla luce delle regole e delle linee guida che le amministrazioni locali stanno elaborando.

Queste le indicazioni pratiche

Ribadiamo il canale delle donazioni
Ente Morale (Opera delle Chiese Cristiane dei Fratelli) – Causale “Aiuti Ucraina”
CCP 19729508
IBAN Banco Posta: IT70W0760114100000019729508
Cod. BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
IBAN Banca Unicredit: IT31M0200805212000103472647
Cod. BIC/SWIFT: UNCRITM1713

Parola del SIGNORE, rivolta a Michea, il Morastita, al tempo di Iotam, di Acaz e di Ezechia, re di Giuda. Visione che egli ebbe riguardo a Samaria e a Gerusalemme. Ascoltate, o popoli tutti! Presta attenzione, o terra, con tutto quello che è in te! Il Signore, DIO, sia testimone contro di voi, il Signore dal suo tempio santo.
Michea 1:1-2

Michea profetizzò durante il periodo dei due regni (750-687 aC). Questo era circa lo stesso periodo di Osea e Isaia, anche se Michea potrebbe aver servito un po’ più tardi. La durata dell’attività pubblica di Michea potrebbe essere stata di circa 20-25 anni.

Il tema di Michea è il giudizio e il perdono. Il Signore, il Giudice che disperde il suo popolo per i suoi peccati, è anche il Pastore-Re che nella fedeltà dell’alleanza lo raccoglie, lo protegge e lo perdona.

Per sette domeniche esploreremo insieme questo libro per scoprire insieme quale messaggio aveva all’epoca di Michea e cosa ha da dirci oggi.

Quanto a me, io volgerò lo sguardo verso il SIGNORE, spererò nel Dio della mia salvezza; il mio Dio mi ascolterà.
Michea 7:7

Buon ascolto!

  • Michea 1

    Michea 1

  • Michea 2

    Michea 2

  • Michea 3

    Michea 3

  • Michea 4

    Michea 4

  • Michea 5

    Michea 5

  • Michea 6

    Michea 6

  • Michea 7

    Michea 7

La comunità online!

Comunichiamo che come consiglio abbiamo deciso che per il mese di gennaio continueremo a incontrarci online per il nostro culto di lode domenicale.

Link al Culto delle ore 10.00: 
https://meet.google.com/fpg-qkdm-egd

Link Classe Grandi delle ore 11:15:
https://meet.google.com/hrp-tpfp-hma

Link Classe Medi delle ore 11:15:
https://meet.google.com/qnh-snnv-ntm

Domenica 19 dicembre inizieremo il nostro culto alle ore 10:15 nel nostro giardino con alcuni canti di natale e letture da parte dei ragazzi della scuola domenicale.

Vi chiediamo di venire in orario, entrare attraverso il portone principale con le procedure ormai consolidate, per poi passare in giardino.

Dopo i canti riprenderemo il nostro culto di lode all’interno della sala.

È dal 2018, anno in cui fu realizzato a Trivento, che sognavamo di poterlo realizzare anche alla casa di riposo Il Gignoro. E chi l’avrebbe detto che proprio durante uno dei momenti più difficili per una casa di riposo come sono stati questi lunghi mesi a causa del Covid, il nostro sogno sarebbe potuto diventare realtà? E tutto questo grazie alla solidarietà di tantissime persone che ci hanno donato lana, consegnato quadratini, si sono unite alla nostra combriccola delle sferruzzatrici e ci hanno incontrato al knitting caffè presso il Cirkoloco per lavorare insieme. Stiamo adesso procedendo ad una raccolta fondi per sostenere le spese della struttura ed ogni contributo, seppur minimo, potrà esserci di grande incoraggiamento.

Il progetto “Albero di Natale Viaggiante”, nasce dalle attività di un gruppo di persone e volontari che condivide la passione per il lavoro a maglia al servizio di scopi benefici: la combriccola delle sferruzzatrici. La Casa di Riposo il Gignoro di Firenze, opera della Diaconia Valdese, sostiene la realizzazione di un’opera collettiva ideata da questo gruppo, cioè un albero variopinto, composto da tanti quadratini di lana, da porre nel giardino esterno della struttura, in via del Gignoro 40.

Un albero di sei metri, ricoperto di quadratini di uncinetto, illuminato e visibile al passaggio dei cittadini del quartiere e di chi vorrà visitarlo, sulla scorta dell’esperienza dello spettacolare albero di Natale di Trivento. Simboli di ritorno alla vita e alla luce e segno di bellezza e calore per il quartiere e per quelle strutture per anziani che vorranno poi ospitarlo per le ricorrenze natalizie dei prossimi anni.

La realizzazione di questa opera ha per l’ente proponente una finalità importante nell’obiettivo di rilanciare il ruolo delle Case di Riposo come luoghi di vita e creatività, dandone visibilità nel territorio e valorizzando le abilità delle persone anziane e lo scambio di competenze nell’incontro tra generazioni.

Questa campagna è finalizzata a cercare donazioni che rendano possibile coprire i costi vivi di realizzazione dell’albero, dopo che nei mesi passati sono state attivate iniziative collaterali che hanno permesso di ricevere donazioni in beni e soprattutto la possibilità di riunire le persone per lavorare a maglia insieme, partecipando ai Kittning Cafè.

E’ possibile seguire e sostenete il progetto attraverso la pagina FB del Gignoro facebook.com/lacombriccoladellesferruzzatrici o avere maggiori informazioni al 331 1819672.

Il progetto ha la collaborazione del Q.2 del Comune di Firenze.

Come promesso questo è il link per vedere il video creato dalle chiese evangeliche fiorentine per la Domenica della Riforma 2021

https://drive.google.com/file/d/14liYNwS7guILhmUR__5tUr5h_2NxjGkC/view