Cartina Esodo

Dal 23 settembre 2018 fino a giugno 2019, una sera ogni due settimane, ci incontreremo in piccoli gruppi nelle case per leggere e commentare il libro di Esodo.

L’Esodo è simile a una pietra preziosa, unica nella sua perfezione, ma molteplice nelle sue sfaccettature (Rashi).

La sua anima è il viaggio, il cammino. Esso svela una caratteristica della fede: il dinamismo, il movimento verso qualcosa, verso una mèta che non si conosce.

Al cuore del libro vi è l’alleanza stretta da Dio con Israele e, al cuore dell’alleanza, vi è il Decalogo, le “dieci parole” d’amore rivolte da Dio al suo popolo. Esodo è una rappresentazione tangibile dell’amore di Dio nel liberare e guidare il cammino degli uomini verso la terra promessa, chiamandoli a responsabilità verso tutti gli uomini. Così Gesù, Dio dell’Esodo, diventato uomo, chiama a libertà l’uomo nel e per il Regno di Dio.

Non perdetevi i nostri appuntamenti nelle case!

I gruppi in casa si incontrano:

  • a Novoli (responsabili Graziano Venturi e Elia Pasqua),
  • nel centro (responsabili Laura Biagioli e Gianluca Pomarico),
  • a Firenze Sud / Campo di Marte (Alessandra Pecchioli e Roberto Pecchioli)
  • a Novoli/Mugello (Laura Venturi e Johan Soderkvist)

Per venire al gruppo più vicino a te parla con Gianluca Pomarico (coordinatore) o con il responsabile del gruppo della tua zona.

SOS

Segnale SOS in codice morse:

Questo suono è il segnale di SOS in codice morse. È un segnale internazionale per richiedere aiuto: SOS, appunto, che deriva dall’inglese Save Our Souls: “salvate le nostre anime”.

Per essere un segnale deve voler comunicare qualcosa e dall’altra parte deve esserci qualcuno disposto ad ascoltare e a capire.

Tutta la Bibbia ci racconta di segni, segnali e simboli sparsi da Dio per comunicare con noi.

È scritto che le stelle nel cielo sono un segno; le piaghe in Egitto sono, letteralmente, segni straordinari; nel vangelo di Giovanni, Gesù copie numerosi segni, il primo dei quali alle nozze di Cana. Quest’anno alla scuola domenicale li studieremo insieme per capire come Dio ci parla.

Ci saranno tre classi: piccoli (per chi inizia l’asilo); medi (i primi anni delle elementari) e i grandi (gli ultimi anni delle elementari e le medie).

Inizieremo domenica 16 settembre con una lezione comune di benvenuto per poi continuare con il programma divisi in classi da domenica 23. Come ogni anno avremo l’aiuto della musica e del canto la seconda domenica del mese.

Infine, per bambini e genitori iniziamo l’anno con una pizza, sabato 22 settembre a partire dalle ore 18,30 in VVV.

Domenica scorsa abbiamo riascoltato la prima predica del ciclo che stiamo facendo su 1 Corinzi.

Leggendo i primi 9 versetti abbiamo visto in che modo Paolo descrive questa giovane chiesa di Corinto. Una chiesa meravigliosa per via di tutto quello che hanno in Cristo: sono santi (v2), hanno la grazia di Dio (v4), sono arricchiti in ogni cosa: parola e conoscenza (v5), non mancano di niente (v7), sono saldi (v8). Tutto questo nella cornice di un Dio fedele (v9) che ha chiamato ognuno di loro.

Continuando con i versetti fino al 16 abbiamo però visto che  è una chiesa con problemi. Ci sono delle forti contese tra gruppi/fazioni e non sono per motivi dottrinali ma di più ordinaria amministrazione.
Paolo risponde con la parola “unità”: nessuno può prendere il posto di Cristo Gesù e lui non può essere diviso (v13)! Quindi Paolo esorta i Corinzi a non alimentare divisioni.

Ci siamo lasciati con la sfida di cercare di vedere noi stessi come Dio ci vede, vedere l’altro come Dio lo vede e vedere la nostra chiesa con gli occhi di Dio. Chiediamo anche a Dio di proteggerci dalla nostra incapacità di vivere pienamente ciò che siamo in Cristo.

La domenica che viene avremo tutte le notizie sulla ripartenza della scuola domenicale e nel momento della predicazione avremo il piacere di ascoltare Gaston.

Letture estive

Anche se l’estate è tutt’altro che finita riprendiamo le attività della nostra comunità.

Vi segnaliamo la ripresa della scuola domenicale domenica 16 settembre e la cena tra i monitori e i genitori dei bambini e ragazzi il sabato successivo (22 settembre), invece i gruppi in casa riprenderanno l’ultima settimana di settembre.

Sabato 15 settembre avremo il nostro primo evento evangelistico dell’autunno con un bel concerto, tenetevi liberi e iniziate a invitare amici!

Potete consultare l’agenda sul sito per avere tutte le informazioni.

Bentornati!

Quella del 23 settembre è stata una giornata all’insegna della lode e del ringraziamento a Dio Creatore per la Sua creazione attraverso la creatività di cui Egli ha dotato le sue creature.

Questo il fil rouge di una giornata che abbiamo intitolato appunto “Nel creato con creatività”.

Dio, sin dalle prime pagine della Bibbia, ci appare il Creatore di ogni cosa, ma non solo: Egli, dopo aver creato, si sofferma a contemplare la Sua creazione e se ne compiace. Da allora fino ancora ad oggi, nonostante le grida di sofferenza, il creato, nell’indicibile varietà delle sue
forme, colori e profumi, dichiara l’esistenza del Dio Creatore e ne esprime la personalità.

Anche l’essere umano è stato ed è parte di questa magnifica opera d’arte, all’interno della quale partecipa ed esprime la creatività di cui è stato dotato attraverso i talenti più svariati, ne ammira la bellezza e la potenza e se ne compiace. La pittura, il disegno, il fumetto, la fotografia, la danza, il canto, la musica, la poesia, la recitazione, e persino il riciclo, l’uncinetto e la cucina sono stati alcuni dei talenti con i quali, insieme, abbiamo voluto rendere lode, onore e grazie al nostro Creatore per averci creato e donato la possibilità di partecipare,
attraverso la nostra creatività, alla Sua opera.

Invito Nel Creato Con Creatività

Abbiamo tutti bisogno di crescere nella nostra fede e nella nostra capacità di applicarla, viverla e condividerla con gli altri. Questo è possibile se ci mettiamo davanti alla Sua Parola da soli, con altri della nostra comunità, ma anche con persone di altre comunità. Un modo per fare questo è andare a un buon campo o convegno.

Se quest’anno non siete ancora andati a un evento del genere vi suggeriamo di venire al Convegno Nazionale GBU!

Dal 7 al 10 dicembre 2017 (giovedì-domenica) a Montesilvano (Pescara)

Tre giorni in un bell’albergo con momenti di relax, di buon cibo, di buona compagnia e di ottimi studi. Potremo ascoltare Darrel Bock che ci parlerà del “MESSAGGIO DI GESÙ CRISTO IN UNA CULTURA COMPLESSA”:  Lezioni da Paolo su come interagire con la cultura, Come portare avanti conversazioni difficili, Cos’è è il Vangelo? Perchè l’amore è così importante?

Potremo anche seguire una serie di seminari intorno alla Riforma:

Massimo Rubboli:
La pluralità della Riforma

Emanuele Fiume:
Giovanni Calvino, il riformatore profugo

Alessandra Pecchioli:
Il progetto Bibbia Italiana della Riforma (BIR) nell’ambito delle traduzioni della Bibbia.

Laura Venturi:
Far brillare la luce in mezzo alle tenebre”: la collezione Guicciardini

Simone Maghenzani:
Dipanare la Riforma: con Lutero, oltre Lutero

Filippo Falcone:
Risvolti storici e artistici della Riforma nella cultura inglese del 600

Processo (dibattimento): La Riforma è superata / La Riforma non è superata
(V. Bernardi e GC Di Gaetano)

Entro il 15 ottobre c’è lo sconto!

Ulteriori informazioni sul sito gbu.it